Slideshow

Wonder Woman sulle spiagge di Marina di Camerota

wonder_woman_marina_di_camerotaNon è uno scherzo da pesce d’aprile, ma le spiagge di Marina di Camerota stanno facendo da set ad alcune scende del film “Nightingale”, che vede la bellissima attrice di origini ebree Gal Gadot, nei panni di Wonder Woman, far coppia con Christopher Whitelaw Pine, l’attore statunitense, noto per aver interpretato la parte di James Tiberius Kirk nel film Star Trek. Gal Godot ha già interpretato il ruolo dell’eroina della DC Comics nel film Batman contro Superman, attualmente al vertice delle classifiche cinematografiche mondiali.
Il set è quello delle note spiagge di Capogrosso e Cala d’Arconte, attualmente interdette al pubblico da specifiche ordinanze del sindaco e della Capitaneria di Porto.
Le prime foto pubblicate sul web ritraggono scene di una battaglia tra cavalieri e amazzoni contro militari tedeschi.
La pellicola, che debutterà nelle sale nel corso della primavera del prossimo, non mancherà di costituire un forte elemento di promozione per l’economia turistica del Cilento, i cui primi effetti si stanno facendo già sentire: si calcola infatti che circa un migliaio di addetti ai lavori andranno ad occupare i numerosi hotel e residence tra Marina di Camerota e Palinuro.

A Marina di Camerota Meeting del Mare dal 26/04/2012 – 04/05/2012

Il Meeting del Mare nasce come un evento spontaneo di cultura artistico-musicale, concepito e promosso da un gruppo di giovani del territorio cilentano e del golfo di Policastro. La spontaneità dell’evento sta nel fatto che il meeting è uno “spazio che si apre”, senza alcun fine che vada al di là della manifestazione stessa, come fenomeno di cultura giovanile, sulle spiagge di Marina di Camerota (SA).

Il mare è lo spazio fisico ed ideale di quest’ incontro, figura del mistero, del rischio e dell’ampiezza. Ambiente vitale originario, canale di civiltà, il mare rende bene l’idea di un evento fondato sulla comunicazione, sullo scambio e il confronto; aiuta a rompere il senso limitante del confine e del pregiudizio culturale, facendo irruzione in modo nuovo e provocatorio in una sfera di civiltà giovanile, gravitante attorno al modello antropologico mediterraneo, greco-cristiano.

Così, è accaduto, sin dalla prima edizione che la scena del meeting, al richiamo di uno “slogan”, che di anno in anno si rinnova, si è riempita di fenomeni diversi sulla rotta delle correnti giovanili: arte figurativa, letteratura , cinema , sport, danza e soprattutto musica sono l’ humus di questo evento Il meeting, infatti, si è subito caratterizzato come un punto di convergenza di idee e sensibilità tipiche del mondo giovanile, diventando un’ occasione preziosa di scoperta e valorizzazione delle energie nuove presenti sul nostro territorio, e di incontro con quelle provenienti da lontano, con serie premesse già sperimentate negli anni, di diffusione dell’evento da una geografia provinciale ad un raggio extraregionale ed internazionale.